Cassa di Assistenza Mutua tra gli Psicologi Italiani

Associazione e finalità

L’Associazione Cassa di Assistenza Mutua tra gli Psicologi Italiani viene istituita il 30 giugno 1995 ad opera del primo Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, allo scopo di fornire alla categoria degli psicologi alcune tutele assicurative, tra cui  la copertura della responsabilità civile professionale, che copra i rischi verso i terzi,  e la copertura degli infortuni alla propria persona (comprensiva di invalidità permanente e morte). La Cassa, che non ha finalità di lucro, adotta ogni altra iniziativa comunque idonea alla tutela dei propri associati. La qualità di associato alla Cassa si consegue, essendo iscritto all’Albo degli Psicologi, su domanda e dietro il versamento – oltre che della quota di adesione – del contributo nella misura annualmente stabilita dal Consiglio di Amministrazione. Gli associati hanno il diritto a fruire delle prestazioni assicurative di cui all’apposito Regolamento, alle condizioni e secondo le modalità ivi stabilite.

Gli organi dell’Associazione CAMPI sono:

a) l’Assemblea degli iscritti, composta dagli associati in regola con le quote annuali;

b) il Consiglio di Amministrazione, composto da cinque membri eletti dall’Assemblea tra gli associati per la durata di cinque anni, rinnovabili. Il Consiglio nomina nel proprio seno il Presidente ed il Vice Presidente. Il Consiglio di Amministrazione svolge i seguenti compiti:

  • Delibera il Regolamento e le eventuali modifiche;
  • Determina la misura delle quote di adesione e dei contributi annuali;
  • Delibera le modifiche delle prestazioni e le relative erogazioni;
  • Decide sulle richieste di iscrizione e di recesso, nonché sull’esclusione degli associati
  • Redige il bilancio preventivo e consuntivo;
  • Predispone la relazione da presentare all’Assemblea;
  • Determina l’assunzione e il licenziamento del personale necessario per l’agibilità della Cassa, nonché il relativo trattamento economico e giuridico;
  • Delibera e stipula gli atti che risultassero utili o necessari per il perseguimento delle finalità della Cassa, ivi compresi convenzioni con Società o Istituti Assicurativi ed altri atti relativi alla destinazione ed all’investimento delle eventuali disponibilità;
  • Delibera acquisti, vendite, cessioni, accettazione di donazioni, eredità, lasciti e legati, transazioni e rinunce. Il Consiglio può delegare i propri poteri al Presidente o ad uno o più Consiglieri e può nominare Direttori e Procuratori, conferendo loro i poteri all’uopo necessari.

c) il Collegio dei Revisori, costituito da tre membri effettivi e due supplenti eletti dall’Assemblea per la durata di cinque anni, rinnovabili. Hanno il compito di accertare la regolare tenuta della contabilità, redigere una relazione ai bilanci annuali ed accertare, almeno trimestralmente, la consistenza di cassa e l’esistenza dei valori e dei titoli di proprietà sociale.

d) il Collegio dei Probiviri, composto da tre membri effettivi eletti dall’Assemblea per la durata di cinque anni, rinnovabili. Tutte le controversie tra gli associati saranno sottoposte all’arbitrato del Collegio che esprime il parere anche sui casi di esclusione prospettatigli dal Consiglio di Amministrazione. Le cariche elettive sono gratuite.

Per tutte le cariche sono esclusivamente ammessi rimborsi spese.